Archivio mensile:Febbraio 2020

Come gestire un’azienda di ristorazione

Spesso chi decide di intraprendere un’attività libera decide di lanciarsi nella ristorazione. Questa è una mossa saggia, in quanto il settore alimentare si mantiene ancora in piedi nonostante la crisi. Tralasciando dunque iter burocratico e altro per l’apertura di un’attività ciò che preme qui sottolineare è come si gestisce un’azienda alimentare. Azienda che ricordiamo è sempre sotto controllo da parte dell’amministrazione, e che deve tenersi a posto per quel che concerne le schede temperature haccp.

Costruire un piano aziendale

Il primo e più importante passo per gestire un’azienda di ristorazione è la costruzione di un piano aziendale fattibile. Un piano aziendale di ristorazione dovrebbe includere quanto segue:

  • Un concetto di business alimentare. Devi cioè decidere se sarai un ristorante a servizio rapido,, un ristorante e bar a servizio completo (FSRB). O forse anche un camion di cibo?
  • Un piano marketing, logo e nome. Come creerai un marchio che i tuoi clienti usano per riconoscere il tuo prodotto?
  • La conoscenza del mercato di riferimento. In base al tuo concetto e al prezzo, valuta che tipo di clienti saranno attratti dalla tua attività.
  • La  posizione ideale. Se non hai già una sede per la tua attività alimentare, stabilisce quale quartiere offre le migliori possibilità di una quota di mercato sostenibile. Chiediti altresì che tipo di competizione dovrai affrontare in una determinata area.

Acquista la tua attrezzatura

Per quel che concerne il costo delle cose, le attrezzature del ristorante rappresentano una delle spese di avvio più significative. Non puoi aprire un ristorante senza l’attrezzatura adeguata per cucinare il cibo e servirlo ai tuoi clienti. Ciò significa che devi acquistare o noleggiare di tutto, dai forni alle posate, per aprire le porte. Ecco alcuni degli elementi necessari di cui avrai bisogno.

  • Elettrodomestici da cucina come forni, fornelli, grill, friggitrici e microonde.
  • Apparecchi per celle frigorifere come macchine per il ghiaccio e congelatori e frigoriferi walk-in.
  • Superfici di lavoro come controsoffitti, taglieri, tavoli a vapore e tavoli per cibi freddi.
  • Piccoli articoli come il soffritto e le padelle, pentole con coperchio e teglie.
  • Utensili per la cucina come pinze, mestoli e un buon set di coltelli.
  • Argenteria per la parte anteriore della casa insieme a tovaglioli, tovaglie e tovagliette.
  • Vetreria e articoli da bar.
  • Arredi come tavoli, sedie, cabine, uno stand e decorazioni

Detto quanto non ti resta che fermarti un attimo e pensare che oltre a quanto appena detto, la passione resterà sempre e comunque il punto cardine di ogni attività.