Archivio tag: controllo latte crudo

Cause di un conteggio elevato di cellule somatiche nel latte crudo

Livelli anormalmente elevati di cellule somatiche nel latte crudo possono derivare da diversi fattori. Dato che questo fenomeno è in grado di incidere in maniera importante sulla qualità del latte e dunque sulla sua idoneità al consumo umano, è bene cercare di capire quali sono questi fattori ed in che modo è possibile lavorarci per fare in modo da evitare che ciò possa accadere.

Ecco i fattori principali che possono causare un eccessivo numero di cellule somatiche nel latte crudo:

  • La mucca è infetta da microrganismi che causano mastite
  • Fase di lattazione
  • La mammella ha subito un infortunio
  • Variazioni giornaliere e stagionali
  • Frequenza di mungitura
  • Stress dell’animale
  • Variazione fisiologica
  • Altre mucche colpite nella stessa stalla

La mastite riduce dunque i profitti sia per via del rallentamento temporanea della produzione di latte, sia per la perdita del potenziale produttivo. La mastite è infatti di gran lunga il fattore più importante tra quelli in grado di provocare un aumento del numero delle cellule somatiche nel latte. Quando i microrganismi che causano la mastite entrano all’interno della ghiandola mammaria, i meccanismi di difesa inviano grandi quantità di leucociti nel latte per cercare di distruggere i batteri. Se l’infezione viene eliminata, il conteggio delle cellule diminuirà di conseguenza. Se i leucociti non sono in grado di eliminare gli organismi, si presenterà una infezione subclinica.

Fase di lattazione

In determinati casi, è possibile che si verifichi un elevato numero di cellule entro la prima settimana dopo il parto. Alla fine dell’allattamento, quando la quantità di latte diminuisce, la conta cellulare aumenta nelle vacche che sono interessate da mastite subclinica. Il conteggio delle cellule somatiche tende automaticamente ad aumentare man mano che la mucca raggiunge il periodo finale dell’allattamento.. Inoltre, la mucca produce meno latte, ed in questa maniera il numero di cellule è concentrato in una quantità inferiore di latte.

Lesioni nella ghiandola mammaria

Numerosi fattori possono causare lesioni nella ghiandola mammaria o ferite nell’animale. Tra questi, l’uso improprio di mungitrici e utensili in cattive condizioni. Nelle lesioni di questa natura è ovviamente presente un gran numero di globuli bianchi, con conseguente aumento del numero di cellule somatiche.

Variazione fisiologica

In alcuni giorni del mese, è possibile registrare variazioni nel conteggio delle cellule somatiche nelle singole vacche a causa di processi fisiologici. Ad esempio, un leggero aumento del conteggio delle cellule somatiche può essere osservato nelle mucche in calore.

Variazioni giornaliere e stagionali

Durante la mungitura pomeridiana, il numero di cellule tende ad essere più elevato rispetto alla mungitura mattutina. Ciò è dovuto in parte all’intervallo più breve tra le due mungiture e alla produzione di meno latte che si traduce in una sorta di “effetto di concentrazione”. In estate, i conteggi tendono inoltre ad essere più alti che in inverno, sebbene la causa di questo fenomeno non sia nota con certezza.

Frequenza di mungitura

Le mucche munte ad intervalli non regolari, verso la fine dell’allattamento presentano un numero di cellule notevolmente aumentato, anche in assenza di infezione subclinica.

Stress

Qualsiasi evento che produce stress, come la malattia, tra gli altri, può influenzare il numero delle cellule somatiche presenti nel latte. Oltre ad aumentare il numero di leucociti nel sangue, c’è spesso una diminuzione della produzione di latte che provoca un ulteriore effetto di concentrazione, come visto in

Numero di mucche interessate

Sebbene lo stato infettivo sia il fattore più importante che aumenta il conteggio delle cellule somatiche della mucca, maggiore è il numero di mucche affette da mastite nello stesso ambiente, maggiore è il conteggio delle cellule nel singolo animale.

Considerando che un eventuale arresto o diminuzione della produzione di latte a causa di un numero troppo elevato di cellule somatiche presenti nel latte crudo rappresenti una perdita economica non indifferente per il produttore, appare evidente la necessità di disporre di strumenti adeguati che consentano di riscontrare tempestivamente eventuali anomalie in tal senso e di apporre gli interventi correttivi rapidamente così da non dover rallentare o sospendere la produzione.

In tal senso, gli strumenti commercializzati da Bentley Instruments rappresentano una efficace risposta alle necessità degli operatori de settore: strumenti quali SOMACOUNT™ FC consentono di effettuare una accurata analisi cellule latte crudo basandosi sulla citometria a flusso. Questo efficace strumento può essere adoperato con latte di vacca, pecora, capra, bufala, latte crudo e riesce a lavorare fino a 300 campioni l’ora, adempiendo completamente anche le norme ISO 13366/IDF 148 per il conteggio di cellule somatiche.